Blog: http://piccolepaturniecrescono.ilcannocchiale.it

serate

Ci sono delle sere in cui ti sembra che il mondo si sia pacificato, in cui la natura ti regala il suo tramonto migliore, le betulle sotto la finestra si limitano a colorare la tua serata senza farti starnutire, gli uccellini fanno il loro mestiere con suoni tollerabili e i piccioni si tengono alla larga. Ci sono delle sere in cui senti le caviglie leggere e  i piedi e non somigliano a forme di camembert, in cui i capelli non ti si spiaccicano come alghe sulla fronte e non trovi bollette nella cassetta delle lettere. Ci sono sere, in cui pensi che in fondo non c'é ragione di vedere intorno tanta negatività e varchi con rassicurante entusiasmo l'uscio di casa. 

Solo in serate placide come queste, un camper può esploderti sotto la finestra e incendiare tutte le macchine intorno. Solo in serate come queste,  mentre tutti urlano, le finestre si frantumano, la vicina collassa per le scale, i vigili irrompono nel cortile, io posso passare dieci minuti a scegliere quali scarpe indossare per scappare dall'incendio e circa altri dieci per decidere di salvare il mio pacco delle analisi perché, dopotutto, si tratta del mio sangue.

Ecco, solo dopo serate come queste capisco perché non mi sono mai salvata dagli incendi, ma mi ci sono sempre buttata a capofitto, magari, con scarpe molto chic.



Pubblicato il 30/8/2011 alle 21.3 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web